.
Annunci online

  esprimersi [ la libertà di esprimersi con entusiasmo ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


-> I° RICETTARIO ESPRIMERSI
-> II° RICETTARIO ESPRIMERSI
-> III° RICETTARIO ESPRIMERSI
-> Omnidreams.net, i viaggi migliori ai prezzi più bassi
-> Trova casa Roma - Ostia
-> Vocabolario italiano
-> Sinonimi e Contrari
-> Wikipedia - L'enciclopedia libera!
-> Disinformazione - Oltre la verità ufficiale
-> L'informazione che non ci danno
-> Sbizzarrirsi con i Font
-> Cartoni animati anni '70 '80

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


5 luglio 2010

ARMADIO

Questo termine deriva dalla parola latina ARMARIA o ARMARIUM che anticamente era il luogo dove si conservavano le armi.
Questo mobile era dunque anticamente il ripostihglio per archi e frecce, spade, armature e quant'altro.
Era inizialmente solo una cavità nel muro, divisa in scaffali da assi di legno, solo in seguito divenne un vero mobile dotato di ante sia singole che doppie.
In questi mobili ci si conservava di tutto tranne che i vestiti come facciamo noi oggi.
Ad esempio nelle biblioteche venivano usati per archiviare e conservare i rotoli di papiro, nelle cucine si usavano per conservare provviste ma anche vasellame di ogni genere.
Le donne lo usavano per riporvi i gioielli, mentre le famiglie nobili di Roma  lo adoperavano addirittura per contenervi le immagini in cera dei propri antenati illustri (era un vero e proprio diritto lo IUS IMMAGO, venivano fatte delle copie in cera del volto del defunto da portare in processione in occasioni particolari).
Dove venivano dunque conservati gli abiti?
In un mobile che non usiamo più quasi più, ma che era molto comune fino a tempi relativamente recenti, la CASSAPANCA chiamata ARCA o CISTA.


sfoglia     giugno        ottobre

 
 
 
 
 
 
Il SOLE
per illuminare
 tutti i giorni
della nostra vita!
Il ROSSO
perchè la passione
del nostro entusiasmo
possa scaldare 
anche il cuore  
di chi ci vive
accanto!

 
  
  
 KimèIl mio tesoro a 4 zampe...
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 




Kimè pompiere!! E' una tradizione di famiglia...


Il mare ci ispira...è una questione di sensibilità familiare...


 
 
 
 
 
 
 
 

...e...finalmente il tanto meritato riposo...